Il giardino dell’anima di villa Rufolo a Ravello

Tag

, , , ,

Napoli, 18 settembre 2017

Qualche foto scattata nella splendida cornice di villa Rufolo a Ravello.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale: http://villarufolo.com/

Annunci

Parte la riqualificazione delle strade del centro antico di Napoli (grande progetto centro storico di Napoli patrimonio UNESCO)

Tag

, , ,

grande progetto centro storico di napoli lotti

Napoli, 13 settembre 2017

Nonostante per alcuni i fondi fossero andati perduti anni fa, continua l’avanzamento del grande progetto centro storico di Napoli. In particolare da fine mese partirà, divisa in tre lotti, la riqualificazione di alcune strade e slarghi del centro antico partenopeo, il cui iter di avanzamento dei lavori è consultabile sul portale del comune di Napoli al seguente indirizzo: http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/33637

I primi interventi ad essere realizzati saranno quelli afferenti al Lotto 2. A partire dal 25 settembre inizieranno le opere di installazione del cantiere che interesseranno l’area di piazza Enrico De Nicola. I lavori riguarderanno l’adiacente area limitrofa a Castel Capuano e le vie Carbonara, Cirillo e Poerio.  Successivamente i lavori interesseranno via dei Tribunali (tratto da via Duomo a Castel Capuano) e man mano saranno comunicate le altre strade del sito Unesco che saranno oggetto di lavori.

Per la zona di Via Carbonara, per la quale è stato istituito un particolare dispositivo di limitazione del traffico veicolare, come di seguito riportato.

Sarà dunque istituito in via Carbonara, nei tratti di strada di volta in volta interessati dai lavori indicati in oggetto, dal 25 settembre al 25 novembre 2017, il dispositivo di traffico temporaneo sotto riportato, secondo le seguenti fasi di lavorazione.

1. FASE 1:
a) istituzione del divieto di fermata su ambo i lati del tratto stradale compreso tra via Concezio Muzy e via Alessandro Poerio;
b) istituzione del senso unico di circolazione nel tratto stradale compreso tra via Concezio Muzy e via Alessandro Poerio, in direzione di via Alessandro Poerio.

2. FASE 2 (in prosieguo alla fase 1):
a) istituzione del divieto di fermata su ambo i lati nei tratti di volta in volta interessati dai lavori compresi tra via Concezio Muzy e vico S. Caterina a Formiello, con conseguente sospensione della sosta a pagamento (strisce blu).

 

La Gaiola e Punta Campanella le aree marine protette più amate in Italia

Tag

, , ,

Napoli, 12 settembre 2017

Il concorso Asdomar che metteva in palio 20.000 euro in attrezzature per l’area marina protetta più amata d’Italia si è concluso (qui la classifica finale) con la vittoria del parco sommerso della Gaiola di Napoli. Seconda l’area marina protetta di Punta Campanella. Al terzo posto un’altra area marina protetta campana, quella di Baia degli Infeschi. Quinto il parco sommerso di Baia.

Complimenti a quanti hanno trasformato un luogo un tempo semi abbandonato nell’area marina più amata d’Italia.

https://www.areamarinaprotettagaiola.it/single-post/2017/09/12/Gaiola-la-pi%C3%B9-amata-dagli-italiani-

Eccellenze nella ricerca, Assegnati ai giovani ricercatori gli ERC starting grants… 43 gli italiani, solo 19 i progetti in Italia, uno a Napoli

Tag

,

ERC 2017 risultati per nazione

Napoli, 6 settembre 2017

Sono usciti oggi i dati riguardanti gli “ERC starting grant”, gli european research council grants, le borse di studio per i progetti d’eccellenza nell’ambito della ricerca in Europa.

Sono stati assegnati 406 grant a giovani ricercatori (dai 2 ai 7 anni di esperienza post-dottorato) per oltre 600 milioni di euro in progetti di ricerca. Come sempre gli italiani risultano essere fra i migliori, con 43 borse assegnate ai nostri ricercatori. Come sempre nota dolentissima il numero di “grant” che verranno svolti in Italia… solo 19 (2 europei già in Italia, 3 ricercatori italiani che dall’estero rientrano in Italia, 14 italiani che svolgono già attività in Italia….) (qui i dati statistici da cui sono presi i grafici sopra riportati).   Un numero che non fa altro che confermare da una parte la qualità dei ricercatori italiani, dall’altro quanto sia difficile e quanto abbia meno appeal “fare ricerca” in Italia rispetto all’estero.  Guardando i progetti approvati (qui l’elenco completo degli ERC starting grant 2017) figura anche l’università degli Studi di Napoli Federico II fra le sedi dei futuri ERC grazie ad un progetto del dott. Domenico Cecere del Dipartimento di Studi Umanistici dall’acronimo DISCOMPOSE (Disasters, Communication and Politics in SouthWestern Europe: the Making of Emergency Response Policies in the Early Modern Age).    Maggiori informazioni sul progetto: http://www.unina.it/-/13765886-storie-di-successo-dalla-voce-dei-ricercatori-dsu-

Incendio a Scampia coinvolge anche l’autoparco ASIA oltre a devastare il campo rom

Tag

, ,

incendio scampia automezzi ASIA bruciati

Napoli, 28 agosto 2017

Uno spaventoso incendio, che secondo alcune fonti pare avviato da un contadino che voleva bruciare sterpaglie (secondo altre da un’autovettura che ha preso fuoco), ha devastato il campo rom di Scampia in zona cupa Perillo e si è propagato all’interno dell’autoparco ASIA, distruggendo diversi camion della spazzatura.
Non sono stati i rom ad appiccare il fuoco ma è indubbio che le condizioni all’interno del campo abbiano contribuito alla devastazione.
Oggi si dovrà pensare agli sfollati (tanti i bambini) ed anche a gestire una raccolta rifiuti che sarà meno efficiente e più problematica fino all’arrivo di altri autocompattatori.

Il commento del sindaco di Napoli Luigi de Magistris (fonte ufficio Stampa del comune di Napoli – via facebook):

L’incendio – di evidente origine dolosa – che ha interessato la zona del campo Rom di Scampia è di una gravità inaudita. L’area interessata è vastissima ed anche l’autoparco della nostra azienda di igiene urbana, Asia, ha subito danni enormi, con circa una ventina di automezzi distrutti dalle fiamme. Dal momento che l’area di Cupa Perillo era anche interessata in queste settimane da interventi istituzionali e sociali importanti che si stanno realizzando e che sono decisivi è assai sospetta la tempistica degli incendi, con più focolai in diversi punti. E’ assolutamente necessario individuare i responsabili di questa azione criminale che ha prodotto danni ambientali e materiali devastanti e che poteva anche attentare alla vita di persone ed anche bambini. Enorme ed assai faticoso è stato il lavoro dei soccorritori – ancora in corso – ai quali va il mio sentito ringraziamento. Davvero in questa estate di fuoco non ci è mancato nulla, sempre in prima linea su miriadi di fronti durissimi.” E’ il commento del Sindaco Luigi de Magistris

Terremoto di Ischia: l’INGV rivede i calcoli 

Napoli, 25 agosto 2017

L’INGV ha ricalcolato epicentro e profondità del terremoto di Ischia che ha causato morti e crolli a Casamicciola. L’epicentro sulla terraferma e non più a qualche km in mezzo al mare e la profondità di 1,73 km e non più di 5 km (o di 9 km come indicato dagli americani) sono più coerenti con i danni provocati dal terremoto. Dopo giorni di polemiche ed interventi di illustri geologi questo ricalcolo con modelli più appropriati per la tipologia di sisma probabilmente alimenterà ulteriormente la discussione e le polemiche.

Fonte http://www.ov.ingv.it/ov/

Incendio fra Napoli e Pozzuoli: brucia il cratere della Solfatara

Tag

, ,

Napoli, 12 agosto 2017

Un grosso incendio si sta sviluppando questa sera sulle pendici del cratere della Solfatara, a Pozzuoli.  Sul posto diversi mezzi dei vigili del fuoco. Foto di Anna Assumma.

Evacuato in via precauzionale il campeggio, fiamme ancora alte ma sotto controllo grazie al lavoro dei vigili del fuoco.