Un murales per Giancarlo Siani là dove fu ucciso 31 anni fa

Tag

,

un-murales-per-giancarlo-siani

Napoli, 22 settembre 2016

Doveva essere un fiore, un piccolo gesto per rinverdire il ricordo di Giancarlo Siani, per colorare il luogo dove il giovane giornalista fu barbaramente ammazzato dalla camorra il 23 settembre 1985. E’ diventato un enorme murales che idealmente accompagnerà chiunque esca dalla stazione metro di Salvator Rosa in direzione piazza Leonardo.

Un Giancarlo Siani sorridente, la sua mehari e la macchina da scrivere.

Come spesso accade alle cose ben riuscite, l’idea è nata quasi per caso da un gruppo di persone che conoscevano Giancarlo… da qui al gruppo facebook “un fiore per Giancarlo” ed al coinvolgere Paolo Siani il passo è stato breve. Fra le animatrici principali del progetto  Francesca Santagata e Marì Muscarà. INWARD ha poi curato il tutto,  i due street artisti di ORTICANOODLES sono stati gli autori materiali del murales, interamente finanziato attraverso le donazioni su derev. 

Questa sera al Palazzo delle Arti di Napoli (PAN) verrà presentato l’intero progetto.

Il ricordo di Giancarlo Siani è vivo a Napoli.

Graffito vandalico sull’antico campanile della cappella dei Pappacoda

Napoli, 18 settembre 2016

Il campanile della cappella dei Pappacoda, in pieno centro antico di Napoli, è stato vandalizzato ieri da una firma/graffito posta alla base del monumento. A denunciare per primo la cosa è stato su facebook Fabrizio Caliendo del vicino bar.

Sono sempre favorevole alla street art purché sia davvero tale e non a danno di monumenti e palazzi antichi. 

Quella scrittta che ti artistico non ha nulla va fatta rimuovere quanto prima

Una sacerdotessa di Demetra di 2000 anni fa in mezzo ai presepi di San Gregorio Armeno

Tag

, , , , ,

Napoli, 18 settembre 2016

Una sacerdotessa di Demetra si nasconde fra i presepi di San Gregorio Armeno.  Lo fa in modo discreto, quasi nascosta, rispettosa del proprio ruolo di canefora, mutuando l’importanza di sorreggere il canestro con all’interno le offerte per la dea a quella di portare su di sè idealmente interi presepi della tradizione partenopea.

Pur non essendo nascosta ed essendo facile trovarne traccia in rete, quasi nessuno sa che in via San Gregorio Armeno, in mezzo alle botteghe di presepi, c’è una traccia incredibile della Neapolis greco-romana: un bassorilievo raffigurante una canefora, sacerdotessa di Demetra ( Cerere per i romani), a testimonianza indiretta della presenza di un tempio dedicato alla dea sorella di Zeus proprio in quella zona.   Un’ulteriore testimonianza della profonda #stratificazione artistica e culturale che contraddistingue la città di Partenope.

Pare che il bassorilievo fu identificato nel 1905 da Bartolommeo Capasso.

Per chi voglia ammirare l’antica canefora, il bassorilievo si trova salendo san Gregorio Armeno sulla destra, immediatamente prima del campanile di San Gregorio Armeno.

Aree giochi del parco del Poggio e di via Nicolardi riaperte, l’annuncio di del Giudice

Tag

parco del poggio autunno 2015 1

Il parco del Poggio – immagine d’archivio (autunno 2015)

Napoli, 16 settembre 2016

Con un post su facebook il vicesindaco di Napoli ha annunciato la riapertura delle aree gioco per bambini dei colli Aminei, quella del parco del Poggio e quella di via Nicolardi. Prosegue l’opera di manutenzione straordinaria di aree gioco troppo spesso maltrattate e vandalizzate da alcuni, dopo il ripristino dei giochi anche in altre aree come la villa comunale.  Nel caso del parco del poggio vi erano stati dei ritardi legati all’iter di produzione delle certificazioni a norma dei giochi installati.  Un aspetto da non trascurare per il futuro sarà quello di velocizzare quanto più possibile iter burocratici che vanno altrimenti a danno della cittadinanza.  Sarà importante anche individuare strategie per cercare di ridurre al minimo gli episodi vandalici da una parte e per velocizzare le procedure di sostituzione delle giostre danneggiate.

Il post su facebook di Raffaele del giudice:

++Riaperte le aree giochi nel Parco del Poggio e al Parco di Via Nicolardi++
Proseguono gli interventi di manutenzione straordinaria per garantire la sicurezza nei parchi cittadini e porre rimedio agli episodi purtroppo troppo frequenti di vandalizzazione anche delle aree destinate ai piccoli.
Terminato il lungo iter previsto per la produzione delle certificazioni a norma dei giochi installati sono state riaperte ai bambini le aree giochi nel Parco del Poggio e nel parco di via Nicolardi.
Nel Parco del Poggio resta interclusa solo una piccola e ristretta zona che necessita di un intervento ulteriore.
Proseguono in ogni caso le attività di manutenzione ordinaria per il mantenimento della migliore efficienza delle aree giochi e dei parchi cittadini.

Pulizie straordinarie a piazzale Tecchio da parte di ASIA

Tag

, , ,

Napoli, 14 settembre 2016

Da qualche giorno ASIA è alle prese con la pulizia straordinaria della zona di piazzale Tecchio.  Il cambio di strategia riguardante la gestione delle squadre dedicate al diserbo dettato dall’amministratore di ASIA Francesco Iacotucci sta portando i suoi frutti.

Sarà importante da ora in poi stabilire azioni concertate e di gruppo con la collaborazione di municipalità, ASIA e Napoli Servizi per riuscire a rendere fruibile uno spazio percorso ogni giorno da centinaia e centinaia di studenti universitari, troppo spesso danneggiato dall’ingombrante presenza dello stadio.

Non so di chi sia la competenza della specie di fontana a piramide accanto allo stadio, ma il prossimo passo dovrà per forza essere il recupero di uno spazio tanto inutile quanto ricettacolo di rifiuti.

AGGIORNAMENTO del 16/09: è in fase di recupero e pulizia anche la fontana accanto allo stadio.

Palazzo Reale: la facciata principale a fine lavori non è gialla come apparso su alcuni media…

Napoli, 11 settembre 2016

Questo pomeriggio mi sono recato in piazza del Plebiscito per verificare di persone le allarmanti notizie date dal Corriere del Mezzogiorno  circa il drastico cambiamento di colore della facciata principale del palazzo Reale di Napoli.  I lavori di ristrutturazione sono quasi ultimati, la facciata principale è oramai quasi del tutto liberata dalle impalcature, i tempi sono stati grossomodo rispettati ( si parlava di 800 giorni dall’avvio del cantiere) ed è notizia di questi giorni che finalmente, dopo anni, saranno recuperati e visitabili anche i giardini pensili.

Del cambio di colore della facciata però nessuna traccia.

Confrontando le fotografie scattate in condizioni di luce non troppo dissimili (tre ore di differenza fra lo scatto del maggio 2013 e quello di oggi) non sono riuscito a notare alcuna variazione cromatica di rilievo… soprattutto… non c’è alcuna traccia del GIALLO descritto da vari media.  Il palazzo è del colore dei mattoni che lo compongono, oggi come ieri.

I cambiamenti cromatici però riguardano altre facciate, come anticipato dalla Soprintendenza, nell’ottica attuale dei restauri volti a ridurre le variazioni apportate negli anni e cercare di ripristinare i colori originali.  Ma questa è un’altra storia… attenderemo di vedere la facciata che dà sui Cavalli di Bronzo… per ora… l’unica cosa sicura è che la facciata non è affatto gialla…

 

Movida in Piazza Bellini e piazza Monteoliveto: controlli, arresti per spaccio e denunce per vendita alcoolici a minorenni

wp-image-80812395jpg.jpg

Napoli, 11 settembre 2016

Ieri sera controlli in due delle piazze più “calde” della movida partenopea: piazza Bellini e piazza Monteoliveto.  Sono stati arrestati tre persone originarie del Gambia per spaccio di stupefacenti in piazza Bellini e son stati denunciati i titolari di due attività commerciali di piazza Monteoliveto per vendita di alcoolici a minorenni. Multati anche sei parcheggiatori abusivi (per quel che può servire).

L’unico modo per regolamentare gli eccessi delle notti dei giovani partenopei è  intensificare i controlli. La speranza è che controlli come quelli di ieri non siano occasionari e saltuari ma possano diventare frequenti, in queste come in altre piazze .

 

Il comunicato ANSA di oggi:

 

CRO:Vendevano alcool a minorenni, tre denunce dei Cc a Napoli

2016-09-11 12:24

Vendevano alcool a minorenni, tre denunce dei Cc a Napoli

Controlli movida sicura, nel mirino enoteca e panineria

NAPOLI

(ANSA) – NAPOLI, 11 SET – Tre persone denunciate per vendita di alcolici a minorenni e tre spacciatori arrestati: sono alcuni dei risultati delle operazioni di controllo svolte dai carabinieri nella “movida” del fine settimana. I carabinieri della compagnia Napoli centro, del nucleo radiomobile di Napoli e della compagnia d’intervento operativo del reggimento “Campania” hanno effettuato un servizio straordinario di controllo nel centro storico, dove tra l’altro sono stati identificati e multati sei parcheggiatori abusivi. A piazza Bellini hanno arrestato per spaccio di stupefacenti tre giovani originari del Gambia, tutti senza fissa dimora. Nella zona di piazza Monteoliveto i militari hanno scoperto che in una enoteca e in una panineria si vendevano alcolici a minorenni. Sono stati denunciati i titolari e un dipendente della panineria, proponendo la chiusura dei locali alla competente autorità. Tre giovani sono stati trovati in possesso di modiche quantita’ di marijuana e hashish per uso personale. Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale contestate una settantina di violazioni al codice: sette per guida senza patente, venti per circolazione senza l’obbligatoria copertura assicurativa (con il sequestro amministrativo dei mezzi) e tre per circolazione senza casco, con il fermo amministrativo dei motorini. (ANSA).

Affacciati al campanile di Santa Chiara ieri ed oggi, il foto confronto

Tag

, ,

campanile-di-santa-chiara-ieri-ed-oggi

Napoli, 8 settembre 2016

Guardando una fotografia pubblicata sulla pagina facebook dell’archivio fotografico Riccardo Carbone  mi son reso conto di averne scattata una quasi identica ad anni di distanza.  La location è d’eccezione, quel campanile di Santa Chiara che in passato era appannaggio solo del frate addetto a suonare le campane e che è attualmente oggetto di un ambizioso quanto complesso progetto di recupero promosso dalla II municipalità.  La differenza fra lo scatto in bianco e nero e quello del 2015? Al posto del frate e della corda rabberciata e vecchia un sistema elettronico. Il fascino della foto in bianco e nero è unica.

La speranza è che presto anche residenti e turisti possano salire ad ammirare il panorama dal campanile di Santa Chiara.

Si  ringrazia l’archivio Riccardo Carbone per la concessione della fotografia.

Napoli: metropolitana FS (linea 2) sospesa fra Fuorigrotta e San Giovanni per due giorni (e ANM potenzia i bus)

Tag

,

metropolitana-linea-2-napoli-da-parco-vergiliano

Stazione Mergellina da Parco Vergiliano – archivio (laboratorionapoletano.com )

Napoli, 7 Settembre 2016

Sabato e domenica prossimi (10 e 11 settembre) sarà sospesa la circolazione sulla metropolitana linea 2 di Napoli (FS) fra San Giovanni – Barra e Campi Flegrei per lavori. Il servizio metropolitano sarà regolare fra Campi Flegrei e Pozzuoli, mentre San Giovanni Barra sarà capolinea per i treni da e per Salerno, Castellammare, Nocera. Segue comunicato ANSA.

Aggiornamento:  i giorni 10 ed 11  settembre ANM potenzierà il bus 151 per la tratta Garibaldi – P.le Tecchio  con frequenze ogni 15 minuti negli orari di punta  (ore 09:00 – 13:00 e ore 17:00 – 20:00). La prima corsa utile da P.za Garibaldi è prevista alle 06:00, l’ultima alle 23:30. A integrazione della Linea 151, per raggiungere il lungomare Caracciolo e il Pizza Village, verrà potenziata la linea bus 650 (tratta piazza Garibaldi – piazza Vittoria) con corse ogni 20 minuti dalle ore 08:00 alle 23:30.  

 

POL:Trasporti
2016-09-07 16:09
Trasporti: linea 2 metropolitana Napoli; variazioni servizio
Interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 7 SET – Rete Ferroviaria Italiana realizzerà, nel prossimo fine settimana, importanti interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale sulla Linea 2 metropolitana di Napoli. Sabato 10 e domenica 11 settembre sarà sospesa la circolazione dei treni fra Napoli Campi Flegrei e San Giovanni Barra per consentire i lavori di velocizzazione della linea, il miglioramento dell’accessibilità nella stazione sotterranea di Piazza Garibaldi e la realizzazione di un nuovo sottopasso a via Vigliena (San Giovanni Barra). Il servizio metropolitano sul tratto Pozzuoli – Campi Flegrei sarà regolare. Durante il periodo dei lavori la stazione di San Giovanni Barra sarà temporaneo capolinea per i treni da e verso Nocera, Salerno e Castellammare di Stabia. I collegamenti con Napoli Centrale da e per San Giovanni Barra saranno effettuati con bus navetta. Il programma completo dei provvedimenti con i dettagli su orari e punti di fermata dei servizi sostitutivi sono disponibili nelle stazioni, uffici assistenza clienti, sulle pagine regionali di fsnews.it, trenitalia.com e su tutti i canali informativi on line e social media del Gruppo FS. (ANSA).