graffiti napoli sotterranea amore

Napoli, 14 febbraio 2018

Fra i graffiti lasciati dai napoletani nei rifugi antiaerei utilizzati per ripararsi dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, diversi sono dedicati alla propria donna.  Uno mi ha colpito particolarmente: in un luogo dove si scappava di corsa per salvare la propria vita, in un momento in cui la vita era avvertita come fragile… c’è chi scriveva  “la vita senza amore è un deserto”… perché anche sotto le bombe, anche nella folla di un rifugio antiaereo poteva nascere un amore.

Foto scattata durante una visita a la Napoli Sotterranea L.A.E.S.: post e foto qui:

https://diarionapoletano.wordpress.com/2018/02/13/napoli-sotterranea-fra-graffiti-cisterne-antiche-e-cunicoli/

Annunci