Tag

, , ,

Napoli, 17 maggio 2016

I sondaggi aiutano a comprendere le evoluzioni dell’opinione pubblica anche se van presi con le dovute molle, in quanto mai realmente affidabili a causa dell’alto tasso di indecisi/probabili astenuti che oramai caratterizza tutte le competizioni elettorali nostrane.    Fatta questa doverosa premessa, è indubbio che tutti gli istituti dediti ad analisi statistiche ed elaborazioni sondaggi stanno evidenziando per quanto riguarda le elezioni comunali a Napoli come il gap fra Luigi de Magistris e gli altri candidati si stia incrementando in questi mesi.

Sono lontani i tempi dei primi sondaggi autunnali, quando le quattro coalizioni principali erano viste in un unico blocco fra il 20 e il 25%.  In alcuni casi il nome del candidato ha influenzato negativamente  (i 5Stelle da quando il candidato è Brambilla sono crollati nei sondaggi), in altri si è trattato delle beghe interne a far scendere il candidato (è il caso della Valente che paga lo scotto (voluto?!) di aver candidato a consigliere comunale chi era stato filmato nell’atto di dare soldi a chi entrava a votare ai  seggi delle primarie).

In ogni caso Luigi de Magistris è visto come l’avversario da battere, con percentuali che oscillano fra il 32% presentato a Piazza Pulita ieri sera (la7) al 47,5-49,5 del sondaggio pubblicato su TeleLuna qualche giorno fa, passando per il 39% delle intenzioni di voto del TG di la7 guidato da Mentana.  Gli altri sono lontani, in molti casi dati come al di sotto del 20%.

Si tratta di alcuni fra gli ultimi sondaggi pubblicabili, in quanto fra qualche giorno scatterà il blocco imposto dalla normativa elettorale. http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/ListaSondaggi.aspx?st=SONDAGGI

Advertisements