Tag

, , , , ,

Napoli, 28 gennaio 2016

In questi giorni le centraline dell’ARPA Campania hanno rilevato continui sforamenti per quanto concerne le emissioni di PM10.  In particolare  la centralina di Via Argine è già a 12 sforamenti in 27 giorni, seguita da quelle della Ferrovia (9 sforamenti), Museo Nazionale ed Ospedale Nuovo Pellegrini (8 sforamenti). In alcuni i casi in questi giorni son stati raggiunti valori anche di oltre due volte superiori al limite massimo imposto da legge.  Il comune di Napoli, considerato anche il persistere delle condizioni meteo che favoriscono l’accumulo di particolato in atmosfera, ha diramato un’ordinanza sindacale (2/2016) in base alla quale si estende il divieto di circolazione di determinate categorie di veicoli già in vigore.  In particolare non si potrà circolare :

  • da lunedì 1 febbraio a sabato 6 febbraio 2016
  • dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 19.30.

Come sempre la lista delle deroghe è lunga e solo le auto e moto più inquinanti non potranno circolare.

In particolare potranno circolare:

  • Tutte le automobili almeno EURO 4
  • Tutti i ciclomotori e motoveicoli a quattro tempi
  • I motoveicoli e ciclomotori a due tempi, se almeno Euro 2
  • I veicoli elettrici ad emissione nulla
  • Gli autoveicoli alimentati a GPL o metano
  • Gli autoveicoli con a bordo almeno TRE PERSONE (car pooling) ed almeno Euro 2
Advertisements