intimidazioni a de magistrisNApoli, 15 gennario 2015

Questa notte c’è stato un episodio anomalo ed inquietante: sono state date alle fiamme delle bottiglie contenenti liquido infiammabile davanti al portone di Palazzo San Giacomo. Accanto al contenitore (un porta enfant) c’era un cartello con sopra la scritta ” DE MAGISTIS X VOI, IO X NOI”. Il cartello plastificato dall’altra parte conteneva un messaggio che era stato affisso un paio d’anni fa in altra strada della città, diretto a chi lasciava i rifiuti per terra.   Probabilmente il gesto di un pazzo ma comunque un atto intimidatorio grave che va condannato in ogni modo.

 

Il testo a corredo della fotografia pubblicata dal capo ufficio stampa del comune di Napoli Mimmo Annunziata sul gruppo facebook Ufficio Stampa del comune di Napoli, cui si rimanda per le altre foto e gli aggiornamenti:

inquietante episodio nella notte a Palazzo San Giacomo. Fiamme e scritte dinanzi al portone
Inquietante episodio quello accaduto la scorsa notte dinanzi Palazzo San Giacomo Intorno alle 4 del mattino il corpo di guardia di Palazzo San Giacomo avvertiva un acre odore di fumo e mentre si accingeva ad aprire il portone di ingresso del Municipio trovava, sull’uscio, l’equipaggio di una volante della Polizia di Stato del Commissariato San Ferdinando ed una pattuglia dell’Esercito Italiano dell’operazione Strade Sicure che segnalavano la presenza, proprio davanti al portone, di un porta enfant riempito di bottiglie di vetro con liquido infiammabile. ( vedi foto )
I militari, che erano accorsi in Piazza Municipio alla vista delle fiamme, avevano gia’ provveduto a spegnere l’incendio che rischiava di propagarsi al portone del Municipio, trovando dinanzi alla sede comunale anche un telone plastificato che, su un lato, riportava la seguente scritta a mano: DE MAGISTIS X VOI, IO X NOI !!!. ( vedi foto ).
Sul retro del telone era stampato: Caro napoletano di MERDA, l’azione di nascondere i tuoi rifiuti dietro le auto non ti salva dall’essere sporco e vigliacco. Riesci solo a lamentarti se in altre zone d’Italia ti definiscono napoletano di Merda. ( vedi foto ). In basso a sinistra si notava anche un’altra scritta, ancora fatta a mano e che è ora in via di decifrazione, ma che potrebbe sembrare un ” hai spaccato by brin forever ” ( vedi foto ) Oltre al drappello di guardia di Palazzo San Giacomo intervenivano immediatamente sia una pattuglia della Polizia municipale che personale della DIGOS e della Polizia Scientifica che, dopo aver provveduto ai rilievi fotografici, sequestravano il port enfant ed il telone.

Annunci