Tag

,

murales Zilda Napoli si sta rovinandoNapoli 24 Ottobre 2015

Ultimamente, grazie alla proiezione tenutasi nell’ambito della rassegna “Artecinemafestival” si è tornato a parlare di Zilda a Napoli, delle opere di street art realizzate dall’artista francese (è di Rennes) su stencil ed incollate poi in diversi luoghi del centro antico di Napoli.  L’uso degli stencil è qualcosa che ho sempre apprezzato, perché non è un modo intrusivo per mescolare street art nei vicoli di Napoli. Però, chiaramente, uno stencil ha un degrado rapido.  Alcune opere di Zilda durarono poco, in alcuni casi perché presto vandalizzate  o perché collocate in luoghi “vietati, come all’interno di quel che retsa della chiesa della Scorziata.  L’opera di Zilda in via Santa Maria dell’Aiuto, invece, è ancora là.  Per poco, probabilmente, perché negli ultimi mesi lo stencil è andato degradandosi, il confronto con una foto scattata due anni e qualche mese fa è impietoso: si sta staccando (accartocciandosi) un’ala e la testa di una delle due figure angeliche, mentre l’altra ha di fatto perso entrambe le gambe.

So che il “degrado” è parte integrante di questo tipo di street art, però sarebbe un peccato perdere  questo bell’esempio di street art, opera di un artista di fama internazionale.  Si può fare qualcosa? Chissà…