Tag

, , , ,

monumentando fontana spina coronaNapoli, 25 giugno 2015

E’ iniziato il restauro della fontana Spina Corona, nota ai più come fontana delle zizze, uno dei monumenti più importanti fra quelli meno conosciuti del centro antico di Napoli.  Il degrado dell’antica fontana – fra le più antiche giunte fino a noi- era del resto evidente, come mostrato anche in un post di qualche tempo fa riguardante il monumento pieno di simboli e più volte modificato nel corso dei secoli.  Ricordo che la statuetta della sirena Partenope (rappresentata nelle originarie forme di metà donna e metà uccello, prima che la sirena diventasse metà donna e metà pesce con le contaminazioni con le figure delle leggende mitteleuropee) attualmente presente è copia di quella originale, esposta al museo di San Martino.

Il restauro di questo monumento, nascosto in una via secondaria, lontano dal traffico delle vie commerciali e da quello delle strade animate da turisti, motiva ancora di più la convinzione della bontà di un progetto, Monumentando, che sta invece raccogliendo una marea di critiche.  Che senso ha impuntarsi su quanto Belen sia abusiva sul lungomare, se poi magari qualche giorno in più di pubblicità in una zona dal grande appeal commerciale può contribuire a ripulire anche monumenti di maggior rilievo storico-artistico ma collocati in zone molto meno nobili?  Io – come ho sempre scritto- condivido la necessità di chiedere il rispetto dei tempi previsti dai bandi, onde evitare pubblicità eterne, è pur vero però che bisogna guardare al risultato finale: avremo 27 monumenti restaurati a costo zero per la cittadinanza, grazie a quelle installazioni pubblicitarie che stanno raccogliendo tante critiche.   Il sunto dei lavori riguardanti la fontana del carciofo, pubblicato sul sito del progetto Monumentando Napoli, deve far riflettere. E’ vero che qualcosa poteva esser fatta ancora meglio, ma il risultato è comunque davanti agli occhi di tutti.

Fontana della Spina corona o fontana delle zizze

Advertisements